Infinito in ogni direzione Le origini della vita,la scienza e il futuro dell'umanità

Infinito in ogni direzione Le origini della vita,la scienza e il futuro dell'umanità

Freeman Dyson

Language: Italian

Pages: 240

ISBN: 2:00323988

Format: PDF / Kindle (mobi) / ePub


«Il titolo Infinito in ogni direzione ha due significati. Allude alle illimitate possibilità dell’universo, che esso sviluppa prendendo coscienza di se stesso attraverso l’azione della vita e dell’intelligenza. Ma si riferisce anche alle enormi responsabilità dell’umanità come custode della vita su un piccolo pianeta.» Così Freeman J. Dyson definisce i punti di riferimento del suo discorso sulla scienza, che mette costantemente a confronto i risultati della ricerca più aggiornata in campo fisico, astronomico, biologico con gli interrogativi più stringenti dell’etica e della politica. Quali sono le strade che la scienza contemporanea esplora nella sua indagine sulle origini della vita e sulla sua evoluzione? Quali i dilemmi cui portano i risultati della ricerca? Quali le scelte necessarie perché le raffinate tecnologie prodotte dal progresso scientifico vengano usate per il progresso dell’umanità e non per la sua distruzione? A questo intreccio di temi di appassionante attualità e di domande rivolte al futuro, Freeman Dyson porta il suo illuminante e inventivo contributo: una riflessione che lega la scienza alla filosofia, il gusto della scoperta all’attenzione costante alle componenti spirituali del pensiero e della vita umana.

The Illustrious Dead: The Terrifying Story of How Typhus Killed Napoleon's Greatest Army

Spark from the Deep: How Shocking Experiments with Strongly Electric Fish Powered Scientific Discovery

The Moral Animal: Why We Are, the Way We Are: The New Science of Evolutionary Psychology

In Defense of Food: An Eater's Manifesto

The Discoveries: Great Breakthroughs in 20th-Century Science, Including the Original Papers

The Moral Animal: Why We Are, the Way We Are: The New Science of Evolutionary Psychology

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

resto dell’Europa. Svezia, Finlandia, Svizzera e Iugoslavia stanno già godendo dei benefici della neutralità. Potrebbe accadere che l’austrianizzazione si estendesse alla Norvegia, alla Danimarca e all’Italia dalla parte della NATO e all’Ungheria, alla Cecoslovacchia e alla Polonia dalla parte europea del Patto di Varsavia. Tutto questo richiederà molto tempo e pazienza. Ma, una volta che si sia cominciato, la strada da seguire è piena di speranza. La condizione essenziale che renderà possibile

considerazione la possibilità che le piogge di comete avvengano con cadenza periodica. Se sono periodiche, la teoria che siano causate dal casuale passaggio di stelle estranee non può avere fondamento. Se le piogge sono periodiche, devono essere spiegate con una teoria diversa. Piet Hut e l’amico Rich Muller hanno trovato una teoria alternativa, chiamata Nemesi, per spiegare la periodicità nel caso essa risulti essere reale. Nemesi è il nome di una stella immaginaria che appartiene al nostro

secolo. Questa teoria divenne popolare non perché ci fossero prove a convalidarla, ma piuttosto perché sembrava essere l’unica alternativa al creazionismo biblico. Poi, durante gli ultimi vent’anni, Manfred Eigen offrì un’alternativa che capovolse la teoria di Oparin. Eigen rovesciò l’ordine degli avvenimenti, ponendo per prima la formazione dei geni, per seconde le proteine e per terze le cellule. Questa è ora la teoria più di moda e più accettata in generale. Essa è diventata popolare per due

astrazione dice che possiamo fare affermazioni generali sulla vita in astratto, non conoscendo nulla sulla struttura molecolare, impiegando il Q misurato esternamente come una descrizione sufficiente della sua complessità nascosta. La complessità è una grandezza estensiva; vale a dire che la complessità di un gruppo di creature è la somma delle complessità degli individui del gruppo. La complessità che può essere raggiunta dalla vita in un determinato ambiente è in definitiva proporzionale alla

guardare le stelle senza chiedermi perché tutti non diventino astronomi; e perché uomini dotati di intelligenza e di raziocinio debbano trascurare una scienza alla quale sono per natura tanto interessati, e che è tanto capace di allargare la loro comprensione, così vicina com’è ad una convincente dimostrazione della loro immortalità, e capace di riconciliarli con tutte quelle difficoltà inerenti alla natura umana, senza la più piccola ansia. Tutto questo sembra promettere l’immensa ricchezza che

Download sample

Download

Comments are closed.